Orsetto in arrivo

sabato 12 marzo 2005

Otto. La città dei cento camini.


La verità è che sta diventando tutto uno schifo. E non solo noi allo schifo, all’inferno ci stiamo abituando e quanto sono più belle le nostre case dentro tanto più fuori è un piattume di gradazioni di grigi e cementi e palazzine e supermercati e iperstrade e tangenziali e raccordi e discariche e rifiuti e odori pestilenziali. Che a uno non viene più neanche voglia di uscire. Non solo. Tutto è talmente uno schifo che non si riesce più nemmeno a rintracciare la causa primigenia e unica dello schifo che penetra nei nostri polmoni e nel nostro stomaco e mette radici nel cervello e si incancrenisce fino a farci morire. Perché la causa unica e primigenia semplicemente non esiste. Sono tutte cause uniche e primigenie o forse siamo noi la causa unica e primigenia, in un circolo vizioso che non avrà mai fine.
La centrale termoelettrica basta a rifornire di energia nove volte il nostro territorio. Però la vogliono raddoppiare, e ne vogliono costruire un’altra a cinque chilometri di distanza.
Perché? La gente per strada ripete quello che ha sentito dire: “ci serve più energia”.
Forse da casa mia riuscirò a vedere anche la nuova centrale, direzione sud-ovest.
Forse un giorno anche noi saremo “la città dalle cento torri”. Come Praga, sogno di pietra, o come Ascoli Piceno, Pavia, Bologna, Chieri, San Gimignano. Una selva di falli eretti verso il cielo, sperma di polveri e vapore, a inseminare di necrosi terre uomini alberi e animali.
E come Alba avremo anche noi il nostro Borgo del Fumo, e quello delle ceneri.
I nostri cento fumanti camini intossicheranno l’aria, e spazzeranno definitivamente via la sognante nebbia assassina che un tempo, d’inverno, i campi alitavano per scaldarsi un po’.

3 commenti:

  1. burbe3:36 PM

    e questo taglio ambientalista - energetico? avrei un po' da ridire su questo aspetto del tuo racconto...

    RispondiElimina
  2. daniela11:19 AM

    cara, concordo con burbe...molto da ridire...
    la centrale (d'accordo o non d'accordo) non è il più grave problema dell'universo mondo, per fortuna (o purtroppo?)..anzi, direi che, considerato tutto quello che al mondo è VERAMENTE un problema per la vita di tutti, la centrale possa quasi essere dimenticata..mi sembra che tu la stia mettendo un po' troppo sul catastrofico - oltranzista - drastico. Lascio il beneficio della creatività qui nel blog, ma mi auguro che non diventi la tua nuova ossessione nella vita quotidiana.
    Di energia ce n'è bisogno, ogni giorno di più. Le fonti rinnovabili e alternative sono una bellissima cosa, ma sono realizzabili? o non è che poi se ci si mette a piantare pannelli fotovoltaici su tutta la Sicilia, o pale per l'energia eolica su tutto l'appennino (al di là del fatto che non basteranno mai..) qualcun'altro inizierà a lamentarsi che così si rovina il paesaggio, che l'Italia vive di turismo, ecc..?? D'accordissimo sul risparmio energetico, sull'importanza della ricerca per sviluppare le fonti meno inquinanti e su tutto il resto, ma non la si può fare facile, nè in un senso, nè nel suo opposto..
    Credo che il vero problema sia la testa della gente, come al solito.
    Prima di lamentarci delle centrali, cominciamo a non far saltare contatori della luce perchè restiamo in casa con tutte le luci accese, la tv, lo stereo e tutto il resto, altrimenti finiamo per essere come quelli che occupano l'autostrada per impedire le costruzioni delle discariche...non fa piacere a nessuno avere una discarica dietro casa, concordo, ma i rifiuti che produciamo ogni giorno da qualche parte li dovremo pur mettere...O vogliamo continuare a pensare di comprare energia nucleare dalla Francia, perchè noi il nucleare non lo vogliamo, ma i condizionatori d'aria sì (io non ce l'ho, premetto),e lamentarci contemporaneamente perchè le bollette aumentano?..o continuare a spedire i rifiuti in Germania, in Africa o chissà dove, tanto lì non li vede nessuno...o almeno, non sono in casa nostra..?
    Tesoro, mi trovi d'accordo sui fondamenti di tutte queste cose, ma come diceva qualcuno nei Promessi Sposi (Ferrer?) "con juicio..."

    RispondiElimina
  3. Sorry, ma l'argomento ve lo cuccherete per qualche altro post. Poi giuro, smetto. Tanto vedrete che dai e dai la centrale la faranno.
    ;-)

    RispondiElimina