Orsetto in arrivo

giovedì 10 gennaio 2008

Assassination tango



Chissà, magari, un giorno...

6 commenti:

  1. zesitian5:41 PM

    ciao, pensiero tanguero. non vedo l'immagine ma ne approfitto per chiederti una cosa: da dove viene la parola "tango"? significa ballo, vero? puoi rendermi edotto?
    a presto, ze

    RispondiElimina
  2. Ciao ze! Non è un'immagine, è un video (o meglio, i titoli di coda di un bel film)... diciamo che mi piacerebbe ballare come lei... Sul tango ti rendo edotto volentieri: tango non significa ballo! L'etimologia della parola è incerta, indefinita e dibattutissima, ma pare sia una parola di origine africana (come i termini milonga, candombe, rumba, pachanga, bailongo) e nel libro Todo tango la studiosa Meri Lao la spiega come "la deformazione della parola "tambor", tamburo, strumento immancabile della musica nera (anche se estraneo al tango), che per estensione designava i luoghi dove si erano insediati i neri". Un'altra ipotesi etimologica la collega alla parola Shangò (Changò o Xangò), "il nume più popolare del pantheon yoruba, dio delle tempeste e della folgore", ma anche della danza e della musica. Non ci sono, insomma, tesi definitive; certo è che se gli africani hanno dato il nome al tango, gli italiani hanno dato contributi (secondo me) ben più importanti, alla musica, alla danza e alle canciones. Spero di aver soddisfatto la tua curiosità. Un abbraccio, LO.

    RispondiElimina
  3. Annalisa1:56 PM

    Lo, però anch'io, quando clicco sul video, mi vedo una scritta che mi dice che il video non è più 'available' (e quindi non ho visto come ballano)

    RispondiElimina
  4. zesitian11:05 AM

    ah, ok. è una diretta conferma: quello che sapevo è che l'origine del ballo è africana e che sono tantissimi gli oriundi che hanno prodotto milonga e tango poi divuti classici. ti stupirà, ma tutto questo mi serve per lavoro. se puoi fornirmi qualche link interessante, ne approfitto. grazie!

    RispondiElimina
  5. Allora ti direi di comprare uno dei due libri (o tutti e due) di Meri Lao: T come tango (edizioni Elleu Multimedia, ma non so se è ancora in commercio) o Todo tango (ed. Tascabili Bompiani 2004). Lì c'è tutto (o quasi, anche molta bibliografia e filmografia). Oppure ti direi di contattare Marco Castellani (che tra l'altro sta a Milano ed è molto gentile e disponibile), uno dei fondatori della NUEVA COMPAÑIA TANGUEROS (www.nctangueros.com/italiano/scrivici.htm). La Compagnia è stata pioniera a Milano e in Italia di quell'interesse (oggi tornato di moda) intorno al mondo del tango. Di siti dedicati al tango ce n'è una valanga... (anche noi abbiamo il nostro www.lodintango.it ma ci stiamo ancora lavorando... Un abbraccio, Lo.

    RispondiElimina
  6. grazie! però per ora non posso contattare un 'competitor' del cliente... qui abbiamo chiuso il prim lavoro, ma i successivi saranno più impegnativi, quindi non è escluso che debba chiederti ancora assistenza.

    RispondiElimina