Orsetto in arrivo

mercoledì 23 aprile 2008

Piccoli gesti che non si dimenticano.

Suona la campanella, sono le quattro e mezza, è ora di andare a casa, è ora di giocare, finalmente, liberi dai grembiuli, con gli amici quelli veri. I bambini si infilano i giubbottini, si accalcano, corrono, fanno a gara a chi arriva prima al cancello, lei è lenta, lenta a prendere lo zaino, più grande di lei, a metterselo sulle spalle, con i vestiti tutti sbilenchi e il maglioncino allacciato sbagliato. Del resto ha solo sei anni, e anche lui ha solo sei anni, ma se ne accorge, si ferma, la guarda negli occhi e l'aiuta a tirare su la cerniera incastrata. Poi, mano nella mano, escono dall'aula, incuranti della maestra che li guarda a occhi sbarrati e di tutto il mondo intorno.

1 commento:

  1. Anonimo10:15 AM

    "La cerniera si incastra sempre", dice lei.
    "Anche la mia".
    "E chi ti aiuta?"
    "Boh... nessuno", risponde lui perplesso.
    "Se me lo dici ti aiuto io" conclude lei guardandolo negli occhi.

    RispondiElimina