Orsetto in arrivo

lunedì 28 febbraio 2005

Tre. Animali vicini e lontani.

La zona in cui abito è tranquilla. Pochi i rumori esterni, anche se non siamo lontani dalla ferrovia e nemmeno da alcune vie principali della città. In compenso sento tutto quello che dicono e fanno i vicini di casa, con una curiosità a volte morbosa a volte infastidita.
E loro probabilmente sentono me.
Ho due balconi, uno dei quali abbastanza grande. Da questo balcone vedo, di fronte a casa mia una palazzina più bassa; all’ultimo piano abita una signora che ha avuto un figlio da poco.
Dal balcone ogni tanto ricevo qualche visita, un uccellino, una cavalletta, qualche cimice, ma già le farfalle fin quassù non arrivano. Ogni tanto il campanello di una bicicletta mi ricorda che la mia casa non è sospesa nel nulla, agganciata al cielo con fili invisibili, come una gigante altalena.

1 commento:

  1. daniela11:21 AM

    non so come si usa questo marchingegno, spero solo che funzioni come un normale messaggio di posta elettronica.

    spero che il blog si riempia di tanti nuovi amici.

    io ti conosco da una vita ma, ciononostante, ogni mezzo è buono per comunicare, visto che, se anche abitiamo a meno di 1 km, vedersi diventa sempre più complicato.

    hai mai pensato a quanto siamo diverse in certe cose? tu: lavori in casa, in casa fai 1000 cose, e dici che forse 30 anni sono troppi per essere sempre passati a Lodi. Io:lavoro troppo spesso fuori (e temo che, procedendo, sarà sempre più spesso), nella mia casa - purtroppo - quasi sempre ci dormo e basta, e per fuggire dal milanese (e di altri luoghi) caos quotidiano credo che Lodi sarà per sempre il mio rifugio.

    Però, anche tante cose comuni. Anche io una casa grande, solo per me. Anche io che spesso mi chiedo se fuori dalla finestra ci sarà veramente qualcosa oppure intorno a questa casa c'è il nulla? Proprio ieri immaginavo, dal mio divano, che fuori dalla finestra avrebbe potuto esserci anche il mare.

    Ti lascio questo promemoria, ne abbiamo parlato ieri mattina: www.bordo.org (peccato sia in tedesco, e ne capisca ben poco...certo che non ci si immaginerebbe nemmeno che certi posti possano esistere!)

    RispondiElimina